Il mio obbiettivo fondamentale é aiutare la persona nel cambiamento, é parte integrante di questo processo la motivazione stessa del paziente.


Senza di essa ognuno di noi rimane attaccato al proprio modo di essere e non capisce l’esigenza di dover cambiare.



"I cavalli, per essere ammaestrati, sono posti in recinti circondati da energia elettrica. Se il cavallo avvicinandosi prende la scossa, si ricorderà per sempre del dolore provato e rimarrà alla larga dal perimetro. Nonostante l’allevatore in seguito tolga la tensione elettrica, il cavallo memore della sua brutta esperienza, non oserà più avvicinarsi al filo..."



Se vorrete scoprire insieme a me dove sta la vostra barriera elettrica posso aiutarvi a farlo.




Prima visita


Colloquio


Individuale alla ricerca delle motivazioni che inducono il paziente a chiedere la consulenza.
Raccolta dei dati anamnestici del paziente. (anamnesi familiare, anamnesi fisiologica, anamnesi patologica, anamnesi farmacologica, valutazione degli esami del sangue)
Valutazione dello stato nutrizionale (anamnesi alimentare e storia del peso)
Rilevazione dati antropometrici (peso, altezza, calcolo del BMI, circonferenze)
Controllo degli esami di laboratorio.
Indagine sulle abitudini alimentari e tipo di attività motoria.

Programma Terapeutico


Definizione con il paziente degli obiettivi terapeutici, dei tempi e delle modalità del percorso da intraprendere
Elaborazione dello schema dietetico personalizzato in base ai fabbisogni, ai gusti, lo stile di vita e delle preferenze del paziente.


Visite di Controllo


(ogni 20-30 giorni) 



Servono per valutare


I risultati ottenuti sia in termini di calo di peso, che deve avvenire in maniera graduale e ben distribuita nel tempo, che di modificazione dei parametri antropometrici (Indice di Massa Corporea, circonferenza vita etc.).
Sarà possibile inoltre verificare il cambiamento dei disturbi soggettivi (es. miglioramento della digestione e della sensazione di gonfiore post prandiale, delle funzioni intestinali, del russamento notturno, del gonfiore agli arti inferiori), e quindi apportare, di volta in volta, se necessario, eventuali modifiche al programma concordato.
Indagine sulle eventuali difficoltà incontrate e loro risoluzione.
Valutazione dell’adesione al programma alimentare
Verifica del raggiungimento degli obiettivi specifici
Identificazione degli obiettivi successivi.

La fase di mantenimento


L'obiettivo in termini di dimagrimento  dovrà essere il raggiungimento di un “peso ragionevole”, che tenga conto della gravità del sovrappeso o obesità e dei fattori di rischio associati, che possa essere mantenuto nel tempo dal paziente e che gli consenta una condizione di buona salute.
Al termine del percorso verranno quindi forniti al paziente strumenti in grado di aiutarlo a gestire autonomamente la situazione. Sarà comunque opportuno verificare a distanza di alcuni mesi la sua capacità di mantenere nel tempo il peso raggiunto.

Fai conoscere la D.ssa Elisa Pacchioni sui social networks